Brook Holm

Profilo Brook Holm

© Brooke Holm

"Sono influenzato e ispirato dal mondo naturale, dal cosmo, dalla luce e dall'ombra, dai modelli, dal colore, dalla scienza, da cose che non possiamo spiegare" - Brooke Holm


─── di Josh Bright, 27 novembre 2023
  • Il secondo vincitore del ns Premio Colore 2018Artista australiano-americano Brook Holm è senza dubbio uno dei fotografi paesaggistici emergenti più promettenti e perspicaci di oggi.

    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Islanda. Dalla serie 'Mineral Matter II'.


    Il percorso artistico di Holm è stato plasmato dal suo profondo legame con la natura e i paesaggi, che alla fine ha acceso la sua passione per la fotografia. Ha trascorso gran parte dei suoi primi anni di vita all'aperto e, in seguito al divorzio dei suoi genitori, i suoi frequenti viaggi in California dalla sua nativa Australia l'hanno esposta a paesaggi completamente diversi da quelli che conosceva e amava.

    “Volando sopra le mie due patrie, guardavo fuori dalla finestra per vedere cosa c'era sotto. Ho amato le trame e le forme, e la sensazione di piccolezza e connessione, di essere parte di un tutto più grande. Le mie circostanze mi avevano preparato a sperimentare il nostro mondo da questa angolazione e altezza. Sono sempre stato ossessionato da quella visione”.

    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Deserto del Namib, Namibia. Dalla serie "Mare di sabbia"


    Questa nuova prospettiva sul mondo ha avuto un profondo impatto su di lei. Quando alla fine ha intrapreso seriamente il suo viaggio fotografico, è stato da un elicottero che sorvolava gli aspri paesaggi della Nuova Zelanda. In quel momento ha realizzato la sua vocazione a concentrarsi principalmente sulle immagini di paesaggi aerei, un impegno che continua a definire la sua pratica artistica oggi.

    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Baia degli squali, Australia occidentale. Dalla serie "Sale e cielo".
    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Baia degli squali, Australia occidentale. Dalla serie "Sale e cielo".
    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Baia degli squali, Australia occidentale. Dalla serie "Sale e cielo".


    A prima vista, le immagini di Holm sembrano dipinti astratti. La sua maestria nella composizione e il suo occhio attento per il colore, la luce e la consistenza, combinati con l'angolo di 90 gradi, trasformano i paesaggi terreni in capolavori davvero accattivanti. Eppure, queste immagini sono più che semplici opere d’arte. Sono documentazioni che cercano di sfidare le tradizionali narrazioni antropocentriche e promuovere la convivenza con il nostro ambiente e i suoi abitanti.

    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Islanda. Dalla serie 'Mineral Matter'.
    Foto paesaggistica di un piccolo iceberg in Norvegia, scattata da Brooke Holm.
    Svalbard, Norvegia. Dalla serie "Artico".


    Oltre a trarre ispirazione dal mondo naturale, Holm attribuisce a una vasta gamma di artisti il ​​merito di aver influenzato la sua pratica. Artisti come Georgia O'Keeffe, Ana Mendieta, Hiroshi Sugimoto, Agnes Denes, Richard Mosse e Gerhard Richter, tutti "hanno esplorato le proprie versioni di cosa significhi coesistere con la natura, approfondendo i misteri più grandi della vita, come ciò che è visto e ciò che non si vede."

    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Islanda. Dalla serie 'Mineral Matter'.


    I progetti di Holm sono esplorazioni concettuali e visive risultanti da una ricerca approfondita su luoghi che accendono la sua curiosità. Studia meticolosamente le immagini satellitari per esplorare aspetti come colore, consistenza, contesto, intervento umano e assenza umana e utilizza Google Earth, gli archivi della NASA, Landsat e il catalogo HiRISE Mars. Quest'ultimo è stato incorporato nel suo progetto più recente, "Valle Mortis", in cui ha giustapposto le sue rappresentazioni aeree dell'aspra "Death Valley" della California con le immagini satellitari di Marte, creando una serie di stampe lenticolari.

    “Era una storia sulla geologia e il terreno, sulle somiglianze tra i pianeti terrestri e sulle prove fisiche del cambiamento climatico – un sublime presagio da parte di un pianeta che è stato lì e ha fatto proprio questo”.

    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm
    Islanda. Dalla serie 'Mineral Matter II'.
    Foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm. Valle della Morte negli Stati Uniti.
    Valle della Morte, California, Stati Uniti. Dalla serie 'Valle Mortis'.
    foto di paesaggio aereo a colori minimali di Brooke Holm. Valle della Morte negli Stati Uniti.
    Valle della Morte, California, Stati Uniti. Dalla serie 'Valle Mortis'.


    Per questi progetti, Holm utilizza principalmente una fotocamera digitale di medio formato ad altissima risoluzione e un giroscopio personalizzato, e collabora anche a stretto contatto con i piloti di elicotteri per garantire che raggiunga le posizioni giuste o raggiunga l'angolo o il grado di virata perfetto per catturare lo scatto desiderato.

    Nonostante la natura surreale delle sue immagini, il suo processo di editing rimane minimo, concentrandosi principalmente sulla correzione del colore, sulla regolazione del contrasto e sul lavoro con le curve, mentre la tattilità delle texture che cattura è naturalmente enfatizzata dal sensore più grande della sua fotocamera di medio formato.

    Foto di paesaggio aereo a colori minimale di Brooke Holm del lago Tyrrell in Australia
    Lago Tyrrell, Victoria, Australia. Dalla serie 'Sea Lake'.


    Le opere di Holm sono davvero straordinarie e costituiscono una toccante testimonianza della profonda bellezza del mondo in cui viviamo. Dimostrano in modo eloquente il potenziale della fotografia di paesaggio non solo nel catturare lo straordinario splendore del mondo naturale, ma anche nel suscitare importanti domande sul nostro rapporto con il pianeta.


    Tutte le immagini © Brook Holm