Bruce dorato

Profilo Bruce dorato

©Bruce Gilden

"Sono noto per scattare foto molto ravvicinate, e più invecchio, più mi avvicino" - Bruce Gilden


─── di Josh Bright, 10 maggio 2022
  • Giudice del nostro 2022 Street Photography premio, il fotografo Magnum Bruce Gilden è uno dei migliori professionisti del nostro tempo, famoso per le sue rappresentazioni viscerali degli altri. 

    Ritratto a colori di Bruce Gilden, donna, Las Vegas
    Donna, una commerciante di carte, Las Vegas, Nevada, USA, 2014


    Pochi fotografi possiedono uno stile così sorprendente e riconoscibile come Gilden, che è ampiamente considerato come uno dei fotografi di strada più importanti e influenti nella storia illustre del genere.

    Nato a Brooklyn, New York, nel 1946, è cresciuto in una famiglia che, secondo le sue stesse parole 'non aveva libri e nessuna cultura di sorta'. Riflettendo, afferma che guardare la TV da bambino ha avuto una forte influenza sulla sua pratica successiva, ma è stato solo all'età di 18 anni, quando ha iniziato a visitare i musei della sua città natale per guardare i dipinti, che il suo interesse consapevole nelle arti veramente fomentato.

    In bianco e nero street photography di Bruce Gilden, funerale, Haiti
    Cimitero, Port-au-Prince, Haiti, 1988


    “Non credo che nessuno degli artisti mi abbia ispirato a diventare un fotografo, ma c'è stato un artista che mi ha fortemente influenzato: Van Gogh. I dipinti erano drammatici con colori sorprendenti anche se quando ho iniziato a fotografare era sempre in bianco e nero”.

    Poco dopo, si iscrisse a un corso di sociologia alla Penn State University, ma trovando noiose le sue lezioni, smise e, dopo aver flirtato brevemente con l'idea di diventare un attore, acquistò invece la sua prima macchina fotografica.

    Ritratto a colori di Bruce Gilden, contadina, Iowa
    Jenna, una contadina, Iowa, USA, 2017
    Ritratto a colori di Bruce Gilden, donna, Philadelphia
    Nicole, Kensington, Filadelfia, agosto 2019


    New York e street photography condividere una incrollabile sinonimia; la città fornisce ispirazione infinita a generazioni di professionisti di talento. Crescendo, Gilden ha osservato la vita quotidiana per le strade con profondo fascino e questa sensibilità ha gettato le basi per la sua pratica, ispirandolo a documentare l'ambiente circostante con la sua Leica 35mm appena acquisita.

    A parte una manciata di corsi serali alla School of Visual Arts di New York, è completamente autodidatta. Il suo stile intuitivo e diretto è stato ispirato dall'iconico annuncio di Robert Capa, “se non è abbastanza buono, non sei abbastanza vicino”, che Gilden afferma, “mi ha colpito subito”.

    In bianco e nero street photography ritratto di Bruce Gilden, due uomini che fumano, Giappone
    Giappone, 1998


    Ha forgiato la sua reputazione per le strade della sua città natale, trascrivendo il teatro della vita quotidiana nel suo modo distinto e conflittuale. Scattate ad appena un braccio di distanza dai suoi soggetti, usando il flash, i suoi primi lavori sono viscerali, avvincenti e senza riserve, pervasi di grinta, umorismo e intrighi.

    Dopo aver raggiunto il successo con le sue rappresentazioni della sua New York City, così come del Mardi Gras di New Orleans, avrebbe continuato a lavorare più lontano, in particolare, in Giappone durante la seconda metà degli anni '1990, e ad Haiti, che visitò per la prima volta nel 1984. Successivamente vi ritornò in più di venti occasioni, culminate con la pubblicazione dell'omonimo libro fotografico nel 1996.

    In bianco e nero street photography di Bruce Gilden
    Detroit, Stati Uniti, 2016
    B&W street photography di Bruce Gilden, New York, 1984
    New York, Stati Uniti, 1984


    Ha continuato a pubblicare oltre venti monografie aggiuntive nel corso della sua carriera, tra cui, Paese nero, pubblicato all'inizio di quest'anno da Settanta. Nel corso di un soggiorno di tre settimane nelle Midlands inglesi, Gilden ha raccontato il volto in continua evoluzione della Gran Bretagna postindustriale.

    Ritrae le comunità emarginate e trascurate in questi ex cuori industriali con la veridicità del marchio e un'intensità ancora più profonda di prima, incarnando la sua affermazione, "Sono noto per scattare foto molto ravvicinate e più invecchio, più mi avvicino".

    Ritratto a colori di Bruce Gilden, uomo, Iowa
    Terry, Iowa State Fair, Des Moines, Stati Uniti, 2014


    Gilden potrebbero essere cinque decenni e mezzo in una carriera straordinaria, ma la sua passione e la sua spinta resistono. Rimane dedito al suo mestiere, continuando a lavorare nello stesso modo intransigente di quando ha preso in mano per la prima volta una macchina fotografica, mentre è costantemente alla ricerca di nuove strade da esplorare.


    “Ci sono molti posti, in particolare quelli che sono ancora in una distorsione temporale e dove le persone portano le cicatrici della vita nel loro essere. Ci penso continuamente, sono aperto a suggerimenti!”

    Tutte le immagini © Bruce doratoMagnum Photos