Ning Kai e Sabrina Scarpa

Editoriale Ning Kai e Sabrina Scarpa

© Ning Kai e Sabrina Scarpa

“Ci ispiriamo al mutare delle stagioni e all’intensità della loro effimerità. Attraverso di esso, troviamo verità fondamentali sulla natura dell’esperienza umana e sull’interconnessione di tutti gli esseri viventi.  "

 


─── di Josh Bright, 22 aprile 2024
  • La fotografia racchiude sia la transitorietà che la permanenza, congelando un momento singolare e fugace nel tempo, che non si verificherà mai più, e preservandolo eternamente. 


    Questo è il fulcro di ciò che fanno Ning Kai e Sabrina Scarpa. Gli artisti visivi sino-olandesi, partner sia nella vita che nel lavoro, creano immaginiccattivanti che trasmettono la bellezza, la spiritualità e la temporalità della natura.


    “Ogni momento memorabile è catturato nelle fotografie, ognuna con lo stesso significato. Sono le impronte del nostro viaggio”.


    La coppia si è incontrata nel 2013. Entrambi avevano scoperto la loro passione per la fotografia solo pochi anni prima: Ning dopo aver acquistato la sua prima macchina fotografica analogica, mentre Sabrina, studiando design grafico, è stata ispirata a dedicare la sua specializzazione alla fotografia. Il loro incontro trasformerebbe le loro pratiche, fondendole in una sola.

    Il rapporto creativo del duo è radicato nel loro apprezzamento per il mondo naturale. Le loro immagini ritraggono momenti meravigliosi e transitori catturati nella natura: la luce del sole che brilla sulle acque del lago, uno stormo di uccelli che crea motivi nel cielo, eteree formazioni nuvolose.


    Le loro immagini sono isolate, numerate, ma libere da didascalie o ancoraggi contestuali. Gli spettatori sono invitati a esplorare senza narrazioni preconcette, favorendo uno spazio aperto affinché le interpretazioni personali possano svolgersi in modo organico.

    “A volte, meno sappiamo, più vediamo e scopriamo, il che può portare a una comprensione più profonda della sua universalità e, quindi, della vita stessa”.


    La luce costituisce il nucleo di ogni fotografia, ma oggi il suo vero potere viene spesso trascurato. Tuttavia, per Ning e Sabrina, rimane la pietra angolare della loro arte, la sua qualità in continua evoluzione dà origine a momenti assolutamente unici.

    Influenzate dall'impressionismo, un movimento intriso di apprezzamento della luce, le loro immagini possiedono le stesse qualità sottili dei capolavori realizzati dai luminari dello stile. Inoltre, traggono ispirazione dall'arte asiatica, in particolare dalla scuola giapponese Rinpa, nota per la sua rappresentazione di soggetti e scene naturali.


    La chiave delle loro immagini è il processo di stampa. Cercano di individualizzare la stampa fotografica come un oggetto unico, stampando a mano ciascuna di esse per creare immagini tattili e strutturate che ne esaltano ulteriormente la bellezza e la qualità eterea. Aggiunge anche un sentimento nostalgico. Le immaginivrebbero potuto essere scattate quasi in qualsiasi momento dall'invenzione di fotografia a colori, poiché ciò che è raffigurato non è stato affatto impresso dalla mano dell'uomo.


    “La tangibilità e la connessione fisica sono essenziali per noi. È il processo più lento e, a volte, meditativo che manifesta una "presenza" tranquilla e infonde un'anima in ogni opera. Sottolineando la matericità delle fotografie, ogni stampa diventa unica, attingendo al valore e al significato che l’artigianato e la tradizione ci hanno insegnato”.


    Nel nostro mondo caotico e in costante movimento, Ning Kai e Sabrina Scarpa ci invitano a rallentare. Per prendersi un momento e apprezzare il mondo naturale. Il loro lavoro è un antidoto alla saturazione della vita moderna, una sorta di poesia visiva che calma la mente e dimostra il potere duraturo dell'immagine fissa.

     

      Tutte le immagini © Ning Kai e Sabrina Scarpa